Articoli

Con WatchDox, BlackBerry si conferma leader della sicurezza aziendale

Argomento:

BlackBerry si conferma leader nel campo della security grazie a una nuova acquisizione di importanza primaria. Stiamo parlando di WatchDox, il servizio che rappresenta il vertice della sicurezza per la sincronizzazione e la condivisione di file aziendali (enterprise file-synch-and-share, EFSS). L’acquisizione rappresenta l’ennesimo segnale di evoluzione di BlackBerry, che intende offrire alle imprese una gestione sempre più sicura delle proprie risorse.

 

Fondata nel 2008 con il nome di Confidela, WatchDox ha oggi la sua sede di Ricerca e Sviluppo in Israele ed è specializzata in soluzioni di sicurezza e gestione di file che sfruttano la protezione DRM (Digital Rights Management) per la protezione dei dati sensibili dei clienti. I documenti protetti con DRM possono venire aperti solo dagli utenti autorizzati; è inoltre possibile impostarne l’autodistruzione nel caso in cui finiscano per qualsiasi ragione nelle mani sbagliate.

 

WatchDox consente agli utenti di proteggere, condividere e lavorare sui propri file su qualsiasi dispositivo,” spiega Moti Rafalin, CEO and co-fondatore di WatchDox, in un’intervista riportata sul blog ufficiale di BlackBerry. “Le aziende hanno pieno controllo di tutti i file che vengono editati, copiati, stampati o inviati. La soluzione permette inoltre agli utenti finali di revocare l’accesso o cancellare file da remoto, mentre offre agli amministratori la possibilità di bloccare o rimuovere – sempre da remoto – i file compromessi da un attacco informatico”.

 

Ora WatchDox verrà offerto come servizio di BES12 (BlackBerry Enterprise Service 12), la multipiattaforma concepita per ottimizzare la gestione e il controllo della mobilità aziendale. Ciò consentirà a BlackBerry di confermarsi leader nel campo della sicurezza mobile. Infatti, grazie a WatchDox potrà continuare a offrire un livello di servizio e di sicurezza in linea con le richieste più esigenti in ambito EMM (Enterprise Mobility Management).

 

Come spiega Billy Ho, Executive Vice President, Enterprise Products and Value Added Solutions di BlackBerry, parlando della strategia dell’azienda dopo l’acquisizione di WatchDox, “la nostra capacità di innovare e, dov’è ragionevole, acquisire le migliori soluzioni è una delle ragioni che rende BlackBerry lo standard più alto in termini di sicurezza mobile. Questo è il motivo per cui continuiamo ad essere la prima scelta per tutti i governi del G7, tutte le 10 più grandi banche internazionali e compagnie assicurative, e le 5 migliori aziende sanitarie, petrolchimiche e società di investimento”.

 

BlackBerry è una vera e propria garanzia di sicurezza in ambito mobile. Con più di 70 certificati per la sicurezza – più di qualsiasi altro competitor – BlackBerry è del resto un imprescindibile punto di riferimento per alcune dei più importanti business leader a livello mondiale, come l’Executive Director Toto Wolff, l’imprenditrice Arianna Huffington e lo Sports Executive Timothy J. Leiweke.

 

Top security non solo in campo EMM, ma anche nell’ambito dei dispositivi mobili. TechRadar inserisce infatti BlackBerry Classic e BlackBerry Passport nella lista dei “Best Business Smartphone”, spiegando che “BlackBerry è sempre stata all’avanguardia della comunicazione online, con la sua magnifica tastiera fisica, che ora è sostenuta dalle incredibili funzionalità di messaggistica del sistema operativo BlackBerry 10”. Un’ulteriore conferma dell’impegno di BlackBerry per assicurare una comunicazione ultra-sicura a chi ne ha bisogno e la richiede.